joomla slideshow with caption

Benvenuti sul sito della Consulta 

delle Associazioni di San Severo.


La Consulta delle Associazioni di San Severo racchiude tutte le associazioni di San Severo. L’incontro e il confronto fra Istituzioni Pubbliche e le suddette Forme Associative favoriscono l’integrazione fra intervento pubblico e privato-sociale, per perseguire diverse finalità nell’interesse di entrambi i soggetti.

Calendario Eventi

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29

Ultime Notizie

I nostri associati

1 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 2 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 3 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 4 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 5 50 51 52 53 54 55 56 57 59 6 60 61 63 64 66 67 68 69 7 8 9

Verbale del Direttivo

 21 dicembre 2016

Il giorno 21 dicembre alle ore 18,30 si riunisce il Direttivo della Consulta per trattare i seguenti punti all’ordine del giorno:

  • Comunicato della Consulta alle Associazioni ed alla Cittadinanza tutta
  • Dimissioni di Marisa Sacco
  • Comunicazione e Funzionamento del sito
  • Costituzione Commissioni per  Sedi e Bandi

Sono presenti: Linda Rinaldi, Clara d’Aries, Corrado Niro, Alessandro Cataneo, Liliana Scanzano, Lia Pedata, Grazia Pepe, Giusi Palermo, Giacomo Carfagna.Sopraggiungono in un secondo momento Renato Regina e Veronica Tonti.

Aperta la seduta, Alessandro Cataneo propone che, al momento della distribuzione dei pacchi alimentari disposta dal Comune, vengano aggiunti anche giocattoli per quei nuclei familiari in cui sono presenti bambini. Il Direttivo approva all’unanimità.

Subito dopo la Presidente lancia l’idea di diffondere gli esiti della verifica del lavoro svolto dal Direttivo della Consulta nel suo primo anno di lavoro, attraverso un comunicato stampa finalizzato sia ad informare la cittadinanza sull’importante funzione svolta dalla stessa Consulta nel favorire quelle relazioni di rete così necessarie per dare impulso alla promozione del territorio nei suoi più svariati aspetti, sia a porgere gli auguri di Buon Natale e di  Felice Anno nuovo. Anche questa proposta viene immediatamente accettata per cui si discute  per condividere i contenuti da rappresentare in una bozza di testo, di cui curare la successiva rielaborazione formale, affinchè la comunicazione risulti la più chiara, costruttiva e positiva possibile, manifestando anche in questa maniera la volontà del Direttivo di essere, in ogni occasione, strumento di aggregazione e di cooperazione volte al bene comune. Il comunicato verrà inviato sia per posta elettronica dall’indirizzo della Consulta a tutte le Associazioni,  sia attraverso WhatsApp ai vari gruppi che si sono costituiti nel tempo per affrontare insieme i problemi ed insieme operare  le soluzioni che via via si sono posti all’attenzione nel corso dell’ anno.

Per quanto riguarda le dimissioni di Marisa Sacco, si manifesta tutto il dispiacere per il venir meno delle risorse in termini di competenze e qualità umane, che ha sempre espresso in seno alla Consulta e, sebbene si prenda atto della sua volontà, si decide di rimandare alla prossima riunione la ratifica di tale decisione sperando in un ripensamento. Intanto si prende visione dell’esito delle votazioni, per considerare i successivi nominativi che potrebbero subentrare per surroga.

Risulta prima ad aver diritto Lia Pedata, che comunque già riveste la funzione di segretaria all’interno del direttivo, in quanto sin dal momento della Costituzione della Consulta ha sempre partecipato, come membro dello Sportello Prosociale, insieme a Lidia Corticelli, ai lavori della stessa,  grazie al desiderio ed all’intenzione sia dell’a A.C. sia dello stesso Direttivo di dare continuità e sviluppo a quei valori ed a quella formazione che gradatamente vanno sempre più radicandosi, attraverso la diffusione di una rete di relazioni improntate al pensiero positivo, alla accettazione, valorizzazione  e rispetto del diverso, al superamento dell’individualismo e del personalismo nel lavoro volto al bene comune, alla integrazione sinergica delle risorse umane, alla capacità di collaborare per affrontare, come cittadini consapevoli,  le istanze provenienti dal territorio, al rispetto dell’ambiente nella sua accezione più ampia, al superamento di qualsiasi disfattismo, pessimismo, pensiero negativo, tutti valori e comportamenti che sono stati alla base del Progetto Prosociale di Comunità e che la Consulta nella sua operatività tende a rendere sempre più concreti e realizzabili, attraverso la promozione dei cambiamenti individuali favoriti dall’esperienza e soprattutto scegliendo insieme all’A.C. l’integrazione degli obiettivi e delle risorse invece della sostituzione e dell’esclusione, in perfetta linea, quindi, con il pensiero prosociale e le sue istanze di unità e reciprocità.

Per quanto riguarda il funzionamento del Sito della Consulta e la sua forza comunicativa, la Presidente fa notare che nonostante tutti gli sforzi e la buona volontà di Veronica Tonti che ha assunto l’incarico dopo le dimissioni di Giuseppe Modica, esso ha perso alcune sue caratteristiche che lo rendevano uno strumento di informazione e facile condivisione da parte delle associazioni che gradirebbero il ripristino delle vecchie modalità. A tal proposito, affiora l’esigenza che il servizio possa essere svolto da una persona esperta che, gratuitamente e con continuità, possa mettere a disposizione le sue competenze affinchè il sito   riacquisti tutta la sua funzionalità rispetto agli obiettivi ad  esso a suo tempo attribuiti. Vengono espresse alternative sia da parte di Corrado Niro, che su richiesta del Direttivo, potrebbe contattare qualcuno in grado di svolgere il compito con competenza ed in maniera completamente gratuita, sia da parte della Presidente che accenna  alla eventuale disponibilità di Michele Princigallo, persona di grandi qualità umane e civiche oltre che di ragguardevole competenza nella gestione di pagine web. In ogni caso, comunque, la cosa che preme puntualizzare è che il sito deve restare sotto lo stretto controllo del Direttivo a cui unicamente spetta la decisione sia di quanto inserire in esso, sia della forma e delle modalità della comunicazione. In parole povere, tutto quanto viene inserito nel sito, deve essere stato preventivamente condiviso ed approvato in seno al Direttivo.

La presidente introduce infine al quarto punto, relativo alla costituzione di una commissione preposta a rappresentare il bisogno di diverse associazioni all’assegnazione di una sede e di un’altra commissione preposta alla ricerca ed alla raccolta dei vari bandi, per diffonderne la conoscenza condivisa tra le associazioni della Consulta, in modo da favorire collaborazioni e sinergie sin dalla fase progettuale.

Mentre per la seconda commissione si concorda all’unanimità, per quanto riguarda la prima commissione si chiarisce che il compito della Consulta, relativamente alle sedi,  può essere solo quello di rappresentare le istanze provenienti dalle Associazioni all’Amministrazione,in quanto, non avendo alcun potere decisionale,  non può, di conseguenza assumersi alcuna responsabilità di selezione, che resta tutta dell’Amministrazione.

Terminata la discussione riguardo a questo ultimo punto, si dà la parola al Signor Luigi Francavilla estensore di un Progetto finalizzato a mettere in rete e ad ampliare  il numero dei volontari intenzionati a rendere un servizio alla propria città. Dopo un breve excursus della storia del progetto, intitolato per l’appunto “ Tutti in volontariato”, accenna alla buona disponibilità dell’Amministrazione alla sua realizzazione, grazie anche allo stanziamento di fondi che però, a breve, potrebbero perdersi se non si procedesse immediatamente alla progettazione concreta dei servizi da mettere in campo. Accenna anche alle difficoltà incontrate nello stabilire contatti e collaborazioni, per la effettiva frammentazione del tessuto sociale, per cui la sua speranza si è riaccesa solo quando è venuto a conoscenza dell’importantissima funzione di coordinamento che la Consulta ha assunto nel nostro territorio. Il Direttivo, ritenendo molto validi gli obiettivi del Progetto, si esprime in maniera favorevole e si fa carico del compito di mettere in contatto tra di loro le realtà associative che potrebbero essere interessate, in quanto in possesso delle competenze e delle risorse umane necessarie per la realizzazione delle idee espresse. Si stabilisce anche la data per il prossimo incontro del Direttivo che viene individuata in mercoledì 11 gennaio 2017, momento in cui  si dovrà giungere ad una progettazione condivisa da parte del gruppo di Associazioni coinvolte, che nel frattempo si incontreranno per condividere la conoscenza di quanto ciascuna può mettere in campo sia in termini di obiettivi realizzabili, sia di risorse umane volontarie necessarie.

Infine, alle ore 20,  dopo l’arrivo di numerosi ospiti che hanno accolto l’ invito della Consulta, ha luogo lo scambio degli auguri, con momenti di pura socializzazione, in cui si respira una bella atmosfera gioiosa, serena e ricca di quella amicizia che si instaura quando si guarda verso lo stesso orizzonte.

La Segretaria                                                                                                           La Presidente

 Lia Pedata                                                                                                                Linda Rinaldi